17.1.14

Clothes in translation #30


Vestire un personaggio immaginato mentre leggi, scegliere il capo che gli vedi addosso, tradurre un'immagine che hai nella tua testa segue lo stesso percorso della parola perfetta che cerchi quando traduci un testo.



To dress an imaginary character as you read, to choose the clothes that you see him wearing, to translate a picture that you have in your head, follows that same path of that one and only perfect word that you are seeking while translating.

Washington Irving
Rip van Winkle
Uno scritto postumo di Diedrich Knickerbocker
Rip van Winkle
A Posthumous Writing of Diedrich Knickerbocker


In a long ramble of the kind on a fine autumnal day, Rip had unconsciously 
scrambled to one of the highest parts of the Kaatskill mountains. He was after his 
favorite sport of squirrel shooting, and the still solitudes had echoed and re-echoed 
with the reports of his gun. Panting and fatigued, he threw himself, late in the 
afternoon, on a green knoll, covered with mountain herbage, that crowned the 
brow of a precipice. From an opening between the trees he could overlook all the 
lower country for many a mile of rich woodland. He saw at a distance the lordly 
Hudson, far, far below him, moving on its silent but majestic course, with the 
reflection of a purple cloud, or the sail of a lagging bark, here and there sleeping 
on its glassy bosom, and at last losing itself in the blue highlands.

In una bella giornata autunnale, durante una di queste passeggiate, senza rendersene conto Rip si era arrampicato faticosamente per raggiungere uno dei punti più elevati dei monti Kaatskill. Era tutto intento nel suo passatempo preferito - la caccia agli scoiattoli - e i colpi del suo fucile echeggiavano in quelle solitudini silenziose. Nel tardo pomeriggio, stanco e ansimante, si distese su un verde pendio florido di erbe montane che sormontava il ciglio di un precipizio. Da un varco tra gli alberi si dominava per molte miglia il terreno sottostante, lussureggiante di boschi. Laggiù, molto più in basso scorreva immenso e placido l'Hudson maestoso, riflettendo un'occasionale nuvola purpurea, una vela ritardataria appisolata sulle acque limpide, per poi infine perdersi nell'azzurro altipiano.
Traduzione di Chiara Vatteroni
Biblioteca Economica Newton

Dries van Noten. S/S 2012

3 commenti:

  1. Che abiti Dries! E sempre modesto ...

    RispondiElimina
  2. Tra i sei di Anversa Van Noten è con Margiela, che come sai amo sopra ogni cosa, il mio preferito!
    Brava come sempre, Sandra!

    RispondiElimina
  3. Quando ho voglia di leggere qualcosa di diverso e d'ispirarmi so che devo venire qui.
    Riguardo all'abito di Dries che ti posso dire se non che lo amo alla follia e che in particolare amo questa collezione con le incisioni ottocentesce e le immagini di rigogliose foreste. Un genio!
    Baci e buon weekend

    Alessia
    ElectroMode

    RispondiElimina