27.9.13

Clothes in translation #14


Vestire un personaggio immaginato mentre leggi, scegliere il capo che gli vedi addosso, tradurre un'immagine che hai nella tua testa segue lo stesso percorso della parola perfetta che cerchi quando traduci un testo.

To dress an imaginary character as you read, to choose the clothes that you see him wearing, to translate a picture that you have in your head, follows that same path of that one and only perfect word that you are seeking while translating.

Françoise Sagan
Un po' di sole nell'acqua gelida
Un peu de soleil dans l'eau froide

Vers 6 heures, ils descendaient sur la terrasse, retrouvaient Florent et Odile installés sur des chaises longues et l'on buvait un porto-flip en parlant du temps. Odile ne rougissait plus à tout propos. Florent faisait même le joli coeur, ce qui amusait Gilles prodigieusement. Écarquillant ses grands yeux bleus il offrait à Nathalie, avec mille grâces, des cigarettes infâmes, à bout doré, qu'il se prétendait le seul à pouvoir trouver dans la région. Nathalie les fumait stoïquement sous l'oeil sarcastique de Gilles, buvait son porto-flip, disait "il va falloir que je parte" d'une voix triste et tout le monde protestait. Les journées devenaient très longues, la fraïcheur du soir ne venait pas avant 7 heures, le ombres des arbres, sur la terrasse, s'allongeaient encore. Par moments Gilles se sentait en pleine comédie 1900: ce quéridon, ces boissons douces, ces notaire bavard... puis Nathalie renversait la tête en arrière et il revivait un moment voluptueux de l'après-midi et il fermait les yeux une seconde. Cette comédie, si c'en était une, il la voulait plus que tout.

Verso le sei, scendevano sulla terrazza, ritrovavano Florent e Odile nelle loro sedie a sdraio e bevevano un porto-flip parlando del tempo. Odile non arrossiva più a ogni discorso, Florent faceva persino il cicisbeo, cosa che divertiva Gilles prodigiosamente. Sgranando i grandi occhi azzurri, offriva a Nathalie, con mille moine, sigarette infami, dal bocchino dorato, che pretendeva di essere il solo a poter trovare nella regione. Nathalie le fumava stoicamente sotto lo sguardo sarcastico di Gilles, beveva il suo porto-flip, diceva "bisogna che me ne vada" con voce triste e tutti protestavano. Le giornate diventavano lunghissime, il fresco serale non si faceva sentire prima delle sette, le ombre degli alberi sulla terrazza si allungavano ancora. A tratti Gilles si sentiva in piena commedia 1900: quel tavolino rotondo, quelle bevande dolci, quel notaio chiacchierone,... poi Nathalie rovesciava la testa indietro e lui riviveva un momento voluttuoso del pomeriggio e chiudeva gli occhi per un attimo. Quella commedia, se di commedia si trattava, la voleva più di ogni altra cosa.
Traduzione di Leonella Prato Caruso.
Garzanti Editore


Treetop table at the Krazy Kat Club in Washington, 1921.


6 commenti:

  1. Non conosco Françoise Sagan, ma mi sono già fiondata sull'ibook store per vedere di rimediare: mi piace già!
    Splendida questa imamgine, poi dovrai dirmi come fai a scovarle così perfette per i brani!
    :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Meggie a volte trovo prima la foto, come in questo caso. Foto e libri mi piacciono in egual misura e ci perdo parecchio tempo dietro;) Se ti manca la Sagan la devi leggere, vedrai, per te che ami la Francia è irrinunciabile. In francese ovviamente;)

      Elimina
  2. Da questo post mi è nata un'irrefrenabile curiosità di scoprire Segan! anche io come te adoro la lettura e la fotografia, devo ammettere che scrivere questi post è stata proprio un'idea geniale! Brava
    xoxo M
    www.fashionspiesmg.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Un libro delicato senza dubbio....lo vorrei leggere :)

    New Post
    Lo stile di Artemide

    RispondiElimina
  4. Accoppiate sempre ineccepibili.. E poi amo questa atmosfera :)

    RispondiElimina
  5. Amica che meraviglia questa foto del tavolino sull'albero!
    E che bello questo brano!
    Me lo sono letto in francese senza guardare l'immagine che avevi scelto, e mi ha fatto venire in mente il film The Dreamer :-)
    Un bacio cara e buon lunedì :-***

    RispondiElimina