19.6.13

Nina Skarra

Ogni passo che porta alla creazione e distribuzione delle collezioni della norvegese Nina Skarra è reso sostenibile dall'uso dei materiali come seta, cotone, canapa, bamboo e soia organici, da una filiera produttiva breve e trasparente, dall'impiego di maestri artigiani locali e dall'attenzione riposta nel packaging, nel trasporto e nello smaltimento degli scampoli di tessuto avanzati.
Il resto lo fa gusto e la semplicità delle linee tipica dei designers scandinavi.

Ninna Skarra's collections are made of elegance  and sustainability. She uses materials like silk, wool, bamboo, soya and organic cotton sewn and tailored by  traditional sartorial craftsmanship while the production chain is short, transparent and careful to the whole footprint of the product, from raw material to disposal..

photo credit








8 commenti:

  1. Sandra, questi abiti sono dei sogni!!! I colori, i modelli, i dettagli... è tutto super splendido!
    Complimenti, sai sempre scovare brand belli e buoni!
    :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono molto red carpet. Non proprio per tutti i giorni ma è un motivo in più per cui mi piacciono;)

      Elimina
  2. Dispensi sempre delle incredibile chicche e per di più di moda sostenibile.
    Brava!!! :)

    Alessia
    ElectroMode <

    RispondiElimina
  3. davvero molto belli questi abiti, interessante... peccato come ti faceva notare qualcuno sopra non siano proprio abiti da tutti i giorni :)!


    lens & anything else

    RispondiElimina
  4. Una domanda da totale ignorante, non proprio attinente a questi abiti (stupendi), la seta è considerata "sostenibile"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste la cosiddetta seta ahimsa che è quella utilizzata dai brands di moda etica e che, a differenza della seta comune, non si ottiene bollendo i bozzoli dei bachi da seta ma si aspetta che abbiamo completato la metamorfosi volando via sotto forma di farfalle.

      Elimina