5.4.13

Nettie Kent

Dietro ad un piccolo anello, ad una collana, ad un bracciale c'è una lunghissima filiera produttiva che parte molto probabilmente da una miniera in un Paese del cosiddetto Terzo Mondo, quasi sempre in guerra (e spesso a causa anche di quelle miniere) dove "lavorano" schiavi di tutte le età per estrarre i materiali preziosi che poi verranno raffinati con largo uso di prodotti chimici.
I monili, per arrivare a noi o per essere guardati nelle nostre vetrine, hanno fatto una lunga strada lasciandosi dietro inquinamento ambientale, acque potabili contaminate, intere comunità disgregate e lavoratori a cui viene tolta ogni dignità.
Questo per fortuna non succede per la produzione di tutti i preziosi dal momento che accanto a questa industria cosiddetta sporca del gioiello c'è tutta una serie di virtuosi piccoli o grandi designers che per proporci meravigliosi anelli, orecchini e collane, usa materiali riciclati, utilizza oro che proviene da miniere gestite con metodi etici e a basso impatto ambientale e coopera con orgazizzazioni non- profit che si occupano di proteggere i lavoratori, le comunità locali  e l'ambiente naturale.

Nettie Kent è una di queste designers e queste che seguono sono alcune delle sue creazioni. Il resto lo trovate sul suo sito. I prezzi sono quelli che ci si aspetta da un gioiello. La qualità e l'eticità di questi oggetti sono invece impagabili.

Questa e tutte le altre foto qui.





16 commenti:

  1. Che meraviglia! Bellissimi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io li trovo meravigliosi! Davvero*

      Elimina
  2. Porca miseria!!! Sono davvero davvero belli!!!!!!!! Mi piacciono tutti!!!

    RispondiElimina
  3. Te l'ho scritto anche su FB, la prima foto è stupenda ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo:) Anche a me è piaciuta moltissimo***

      Elimina
  4. Belli, belli, belli; ovviamente la parte che preferisco è quella etica :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me trovare questi mix di eticità e bellezza è perfetto:)
      Ciao Giulia**

      Elimina
  5. Mi hai fatto ricordare Blood diamond il film con Leonardo di Caprio...
    Che tristezza il pensiero che molte cose in apparenza bellissime nascondano un "lato oscuro" :-(
    Comunque questi gioielli oltre che buoni sono anche bellissimi!
    Un bacione cara e buon week end :-***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel film ha colpito molto anche me anche perchè mai avrei immaginato cosa ci fosse dietro ad un diamante:( Pensavo di vedere un bel film con Di Caprio e invece mi ha proprio aperto la mente sull'argomento.
      Buon weekend a te mia cara*

      Elimina
  6. Che (nuova) bella scoperta! I bijoux sono molto carini, e anche le foto. I prezzi sono giusti, purtroppo per chi non conosce tutti gli aspetti produttivi e non solo, in certi casi possono sembrare alti (da h&m compri a 3 euro un paio di orecchini)ahimè più informazione aiuterebbe, o meglio più volontà di essere informati.

    p.s.Anche io ricordo quel film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto a volte basta davvero aver voglia di scoprire e sapere le cose. Dopo può solo andare meglio. Blood Diamonds mi sa che ha una pulece nell'orecchio di molti;)
      Buon weekend***

      Elimina
    2. Bellissimi, e Lucy ha ragione.
      Mi piace il tuo blog, l'idea di coniugare etica-estetica. E' un binomio che mi ha sempre fatto... pensare molto, diciamo così ;)
      M.

      Elimina
  7. Riesco a commentarti solo ora, Sandra: chiedo venia!!
    Questi gioielli sono veramente bellissimi!! E che bello sapere che non sono insanguinati (scusa il termine, detto proprio fuori dai denti, ma è così e basta): per questo ho detto a F. che per il fidanzamento (o.O) non vorrò vedere diamanti e affini, a meno di non conoscere precisamente la politica della casa.
    Baci :***

    RispondiElimina
  8. Bellissimi, Sandra! Mi ero persa il post...
    :-***

    RispondiElimina
  9. che meraviglia!! e complimenti per l'articolo!

    RispondiElimina