22.4.13

Marina Spadafora per Auteurs du Monde di Altromercato

"Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone."
Questa frase di John Steinbeck che troviamo all'inizio del catalogo PE 2013 Auteurs du Monde ben si addice alla collezione che Marina Spadafora ha disegnato per Altromercato e che proprio ai viaggi si affida nel realizzare abiti ed accessori raffinati ma allo stesso tempo facili da portare.
Inizia così un viaggio che ci porta nelle Filippine dove abili artigiani hanno realizzato i cappelli di rafia intrecciata o in Vietnam da dove proviene il lino e le borse fatte con fibre naturali.
Dall'India arriva invece un cotone speciale che si chiama South Cotton ed è realizzato su telai a mano usando fili di colore diverso per trama e ordito dando vita a tinte cangianti ed inaspettate. Un altro tessuto incantevole è poi il cotone indiano mul mul con cui sono state fatte bellissime camice di mussola impalpabile.
E poi ancora il jersey in cotone biologico che viene dalle Mauritius, la maglia lavorata a mano in Nepal, i sari indiani riciclati a creare nuovi eleganti vestiti.
Tutti questi capi vengono prodotti in loco: la lavorazione del materiale, la tintura fatta con colori non tossici, la confezione dell'abito sono eseguiti da artigiani che tengono in vita e tramandano antiche tecniche tradizionali.

Marina Spadafora è stata in tutti questi posti a vedere come e dove vengono prodotte queste cose e prima della sfilata ci ha parlato di piccole aziende dove il lavoro degli individui è rispettato e valorizzato, luoghi in cui non è così difficile trovare asili per i figli di queste sarte e queste ricamatrici.
Dei posti insomma dove l'impatto ambientale e sull'uomo è tenuto di gran conto.

Qui i punti vendita.

  "People don't take trips, trips take people". This quote by John Steinbeck, written on the catalogue of Auteurs du Monde, perfectly conveys the spirit and the suggestions that  permeate the collection of sustainable fashion designed by Marina Spadafora for Altromercato.
These trips around the world taken by the designer bring to us clothes and accessories made with precious and natural fibers such as the shimmering South Cotton, silk and recycled sari from India, linen from Vietnam, knitwear from Nepal, organic jersey cotton from the Island of Mauritius and raffia fiber from Philippines. 
All the fabrics are weaven in loco, dyed with nontoxic colours, tailored by experienced artisans and everything has been made respecting the workers involved and the environment.
The outcome of all these strategies (and trips) is a beautiful  collection that put together light summer dresses with exquisite prints, coloured raffia hats and tasteful bags.

Where to buy.

photo credit: Alessio Presotto













 

13 commenti:

  1. Adoro le camiciole di mussola...
    E il vestito verde della seconda foto è perfetto per i miei pomeriggi oziosi al mare!
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il mare c'erano anche delle borse stupende. E comunque la mussola è un tessuto meraviglioso, sono d'accordo:)

      Elimina
  2. bello! mi metterei tutto

    RispondiElimina
  3. il mio lavoro *____*
    più o meno :)
    bellissimo articolo, l'ho condiviso anche sulla pagina della bottega :D
    ciao carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia* Il tuo lavoro è bellissimo:***)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Tutta la serata è stata così: rilassata ed elegante:)

      Elimina
  5. Troppo troppo bello! Come Giulia mi metterei tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici Cècile... mi unisco a voi;)

      Elimina
  6. Ma che bello amica!
    Le descrizioni dei tessuti mi hanno davvero incantata... come vorrei del cotone e della mussola indiani nell'armadio!
    E anche l'idea di riciclare i sari è davvero bella!
    Io ne ho 4, li sto tenendo da parte per quando tornerò in India ma forse 4 sari sono un po' eccessivi e potrei trasformarne almeno uno o due :-D
    Un bacione cara :-***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quattro sari: che meraviglia! Ho sentito dire che sono lunghi tra i 5 e gli 8 metri *0*
      Ci vorrebbe un'ottima idea e una bravissima sarta...
      Io ho una camicia in cotone indiano comprata usata da qualche parte a Bologna. Mi sembra addirittura a peso quindi davvero mi è venuta quasi gratis. La uso ogni estate ed è sempre uguale;)
      Tanti baci cara***

      Elimina
  7. Sandra, è tutto così bello! Belli tessuti, belli i modelli e bello quello che sta dietro a tutto questo lavoro. Il lavoro di Altromercato è veramente eccezionale: sono anni che lo bazzico, anche perchè sono fortunata, avendo una bottega equosolidale proprio nella mia città!
    Baci cara :***

    RispondiElimina