5.3.13

La #rubriga del martedì ovvero quando la marinière si fa etica

 Questa carrellata di mille righe non vi spaventi. Lo so anch'io che la quantità non è proprio uno dei principi della moda etica. Anzi. Però mi fa piacere ribadire l'enorme quantità (in questo caso sì) di alternative che esistono alla moda che va per la maggiore: quella irrispettosa del lavoratore, noncurante dell'ambiente e infine non attenta alle richieste di chi ama vestirsi bene in tutti i sensi. (E a tal proposito vi ricordo di firmare la petizione su TheFashionDuel  di Greenpeace di cui ho già parlato qui.)
Se ci si mette a cercare non si finisce davvero più di stupirsi di quanti marchi di moda sostenibile ci siano in giro. E molti anche italiani.
Trovare le nostre amate marinières nel mondo della slow fashion non è davvero difficile. L'unica difficoltà è decidere se la vogliamo classica o a colori, con i bottoni, le tasche o con un fiore applicato, in versione abito, con le maniche lunghe o corte.
Ecco quindi le proposte di questa settimana della rubriGa, la rubrica dedicata a questa nostra amatissima maglia che ha il potere di piacere a tutti.
La settimana prossima la rubriGa la troverete da BaiLing di Inthemoodforlove eppoi a turno da Caia di Trashic, da Clarissa de Lastanzadegliarmadi, da Giulia di Giuliarossanigo, da Meggie di Despetitpoisgris e in fine di nuovo da me.
Aspettando martedì prossimo intanto potete visitare la pagina facebook dedicata e non dimenticate che potete contribuire anche voi su Instagram  e Twitter con l'hashtag #rubriga e su La rubRiga della marinière su Pinterest.
E adesso godetevi le mille righe!






Tutto SeaSaltCornwall. 



Tutto Samuji. Già visto qui.

PeopleTree. Già visto qui e qui.

AmourVert

Su Fashion-Conscience.

Da Bibico.

E alla fine da Camilla Norrback delle cui meraviglie sappiamo già tutto.

A presto***

22 commenti:

  1. che bello quanti spunti!
    grazie sandra!
    il tuo contributo e' davvero ricco... in tutti i sensi ;)
    :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Caia!
      Buona giornata cara***

      Elimina
  2. Che bella questa selezione! Viene una gran voglia di fare acquisti...mi sa che oggi è il mio compleanno...;)...ma anche no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina. Allora buon non compleanno;) Anche a me queste marinières ispirano molto. Tra l'altro anche i prezzi sono buoni:)

      Elimina
  3. No vabbè...mi frastorni la...coscienza, non devo spendere, anche risparmiare è un pelino "etico" ve?
    Ma le righe...le righe...sono per me un'ossessione!
    Al pari delle nappine, i fiocchi e le frange.
    Sto messa male eh?
    Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, ce la possiamo fare:)) Ne bastano due o tre: una vintage, una etica e una vecchia che abbiamo già. E così siamo a posto con le marinières. Per quanto riguarda fiocchi, nappine e frange lì non saprei proprio ;DD
      Ciao cara**

      Elimina
  4. Grazie Sandra, sul tuo blog sempre tante informazioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Cecilia. Ammetto che è stato davvero un piacere immergermi in questo mare di righe;)

      Elimina
  5. Amica non vedevo l'ora di leggere questo post perché ero sicura che ci avresti dato degli spunti fantastici!
    Io vorrei un vestito a righe per l'estate in arrivo e sono innamorata di quelli di Samuji *__*
    Un bacione cara e buona giornata :-***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia cara anche tu folgorata dal vestito (anzi dai vestiti) a righe di Samuji? A chi lo dici;) Io sono abbastanza presa anche dall'ultima maglia rossa e blu di SeaSalt...
      Tanti baci a te amica:***)

      Elimina
  6. Avevo scritto un commento che non so se è andato a buon fine:( Ad ogni modo grazie per lo spunto interessante, io sono totalmente ignorante in materia con l'aggravante che non mi sono mai documentata. MI riprometto, grazie anche te, di farlo, nel frattempo ho firmato la petizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai Lucy, scoprire le varie alternative è molto più facile di quello che sembra:) Intanto aver firmato la petizione è già un'ottima cosa!! Brava:)
      Un bacio*

      Elimina
  7. c'è da perderci la testa! grazie :)

    RispondiElimina
  8. Sandra, niente da dire, la tua selezione è super! In particolare, l'abito dell'ultima foto mi ha fatta impazzire, ora vado a curiosare sul web shop della stilista!
    :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicura che Camilla Norrback ti piacerà moltissimo: è una delle mie preferite.
      Buona serata Meggie***

      Elimina
    2. Ho guardato, ma purtroppo quello che è millantato come webshop in realtà è una pagina scritta tutta in norvegese o che ne so io T_T

      Elimina
    3. Meggie hai ragione. Reinvia ad un sito che boh... che dice? Comunque ho appena mandato una mail a quelli della Norrback e appena mi rispondono ti dico. Mesi fa ricordo che ci gironzolavo tranquillamente nel loro webshop. Chissà...
      Grazie per la segnalazione e bisou****

      Elimina
  9. Sandra, bravissima!!
    Se aggiungerò una mariniére alla mia già nutrita collezione, sarà sicuramente una di Samuji o di SeaSaltCornwall!
    :-***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mia cara!
      Il sito di SeaSalt mi ha letteralmente conquistata! Sono anch'io mooolto tentata;)

      Elimina
  10. ma che meravigliaaaaaa
    vorrei tutto.


    http://nonsidicepiacere.blogspot.it/

    RispondiElimina